Montblanc

Il Montblanc è un dolce al cucchiaio di origine francese. Si tratta di una golosa ricetta autunnale a base di castagne, della quale esistono molte varianti. Io mi sono cimentato nella deliziosa versione di Sal de Riso, presentata a Dolci dopo il Tiggì del 23/10/2014.

Questa ricetta prevede di realizzare un disco di meringa come base, sul quale creare una "montanga" di crema pasticcera. Poi si possono decorare i fianchi del monte con delle strisce di panna montata. Sulla cima si mettono degli "spaghetti" di crema di castagne. Seguendo il link qui sopra potete trovare tutti i dettagli per realizzare questo dolce.

Come spesso accade le dosi dei pasticceri sono un po' esagerate:

  • Per la crema di castagne, io ho ridotto tutto di un quarto e ne ho avanzata ancora.
  • Di panna montata ne basta la metà.
  • Per la meringa alla francese, io ho seguito la ricetta di Giallo Zafferano, perchè mi pareva che ci fosse troppo zucchero rispetto all'albume. Magari andava bene anche così, da testare :)

Ecco il risultato:

montblanc monte bianco

Forse non è venuto bellissimo, ma quello che conta è il gusto, e qui a casa se lo sono divorato :)

Sabato 08 Novembre 2014, 14:35:29 GMT + 1:00

tags: cucina


Crostata ai tre cioccolati e lamponi

Ecco qui una golosa crostata per far fuori un po' di cioccolato avanzato da Pasqua. E' una ricetta di Guido Castagna, il procedimento è un po' laborioso, quindi non ve lo riporto, ma potete trovarlo qui. Le dosi indicate sono a volte un po' esagerate, in particolare per le 2 mousse, mentre secondo me la gelatina ai lamponi è un po' scarsina. Inoltre c'è forse un po' di confusione negli ingredienti della mousse al cioccolato bianco, quindi si può seguire in alternativa questa ricetta che comunque è simile.

Quindi nello specifico io ho usato queste dosi:

  • Per la base ho seguito le dosi indicate, ma risultava un po' molle, quindi alla fine ho aggiunto ancora farina di riso così che avesse la normale consistenza della pasta frolla. Forse era meglio usare solo il tuorlo invece dell'uovo intero...
  • Per la mousse al ciccolato bianco ho seguito la ricetta di GialloZafferano, usando però solo 200g di cioccolato bianco e scalando di conseguenza gli altri ingredienti. E comunque era anche troppa.
  • Per la mousse al cioccolato al latte, ho fatto la crema pasticcera con 2 tuorli, ne è venuta circa 200g, quindi ho scalato gli altri ingredienti di conseguenza. Come dose mi sembra buona.
  • Per la gelatina di lamponi, io avevo già della marmellata fatta in casa, e ne ho usata circa 500g.

Ecco come mi è venuta:

crostata 3 cioccolati lamponi

Domenica 08 Giugno 2014, 14:59:11 GMT + 2:00

tags: cucina


Delizia di meringa e mirtilli

Prendendo spunto da una golosa ricetta di Sal de Riso, ho prodotto questa deliziosa torta. La preparazione è un po' laboriosa, ma il risultato è ottimo. Ecco il procedimento.

Crema pasticcera

Ingredienti

  • 6 tuorli (conservare gli albumi per la meringa)
  • Amido di mais: 45 g
  • Zucchero: 140 g
  • Latte fresco: 500 ml
  • Una bacca di vaniglia

Preparazione

Incidete la bacca di vaniglia, estraete i semini e metteteli nel latte. Fate scaldare il latte con il baccello di vaniglia in infusione finchè non sta per bollire, quindi spegnete il fuoco e lascate riposare 5 minuti. Intanto sbattete i tuorli con lo zucchero, quindi aggiungete l'amido di mais. Passati i 5 minuti, togliete il baccello dal latte e versate quest'ultimo al resto del composto. Mescolate bene con una frusta, poi mettete tutto di nuovo in padella e fate scaldare a fuoco moderato, mescolando bene con una frusta, finchè la crema non si addensa. Fate raffreddare la crema e poi mettetela in frigo. Per maggiori dettagli potete seguire la ricetta su Giallo Zafferano.

Crema cotta alle mandorle

Ingredienti

  • Burro: 100 g
  • Zucchero a velo: 125 g
  • Un uovo
  • Farina di mandorle: 100 g
  • Amido di mais: 15 g
  • Rhum: qb
  • Crema pasticcera: 300 g

Preparazione

Montate il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero a velo e un goccio di rhum. Aggiungete quindi in successione l'uovo, la farina di mandorle e l'amido di mais. Alla fine mettete anche 300 g della crema pasticcera preparata precedentemente.
Mettete il composto in una teglia da 20 cm di diametro e fate cuocere a 180° per circa 20-25 min.

Meringa all'italiana

Ingredienti

  • Albumi: 100 g
  • Zucchero: 200 g
  • Acqua: 40 g
  • Qualche goccia di limone
  • Un pizzico di sale

Preparazione

La meringa è certamente la parte più difficile. In una planetaria, montate gli albumi con un pizzico di sale, e quando sono bianchi aggiungete alcune gocce di limone. Intanto che monta, fate scogliere lo zucchero nell'acqua sul fuoco moderato, finchè raggiunge i 120° (io non avevo il termometro, ma credo che quando comincia a "bollire" sia OK). A questo punto gli albumi devono essere ben montati, e potete aggiungere a filo lo zucchero caldo, continuando a montare. Non spegnete la planetaria finchè non si è raffreddato.
Intanto disegnate con una matita un cerchio da 20 cm sulla carta da forno, e giratela sottosopra. Quindi, usando una tasca da pasticcere con la bocchetta liscia, create una spirale di meringa sulla carta da forno in modo da creare un disco grande come il cerchio disegnato. Sul disco, create tanti ciuffetti con la bocchetta a stella (vedere la foto sotto). Quasi sicuramente con queste dosi avanzerete della meringa, quindi potete creare altre piccole merighe. Quindi infornate tutto, a bassa temperatura (50-60°) per almeno 4 ore, col forno leggermente aperto. Per mia esperienza, è necessario tenere il disco grande in forno anche 5-6 ore, perchè in mezzo fa fatica ad asciugare e non si stacca dalla carta. Probabilemtne dipende anche un po' dal forno. Per maggiori dettagli potete seguire la ricetta su Giallo Zafferano.

Gelatina ai mirtilli (di Rimella)

Ingredienti

  • Mirtilli (di Rimella): 500 g
  • Zucchero: 120 g
  • Colla di pesce o gelatina

Preparazione

Frullate i mirtilli con lo zucchero. Poi dipende, se usate la colla di pesce o qualche altra gelatina, comunque in genere potete seguire le istruzioni sulla confezione. Io per esempio avevo delle bustine per fare la gelatina e ne ho aggiunta una ai mirtilli frullati. Una bustina mi sembrava un po' poca (era la dose per 250 ml di acqua), quindi ho aggiunto un paio di cucchiai di amido di mais e poi ho fatto cuocere per un paio di minuti finchè non si è addensato tutto. Alla fine, mettete il composto in uno stampo da 20 cm di diametro, e una volta raffreddato, mettete in freezer (deve congelarsi).

Crema chantilly all'italina

Ingredienti

  • Crema particcera: quel che rimane
  • Panna fresca: 250 ml

Preparazione

Montate la panna, in modo che sia morbida, poi unitela con una frusta alla crema pasticcera finchè non ottenete un composto morbido ed omogeneo.

Composizione del dolce

Adagiate la crema cotta alle mandorle su un piatto e aggiungete un sottile strato di crema chantilly. Quindi mettete sopra il disco congelato di mirtilli. Aiutandovi con una tasca da pasticcere con bocchetta liscia, ricoprite tutto con uno strato abbondante di crema chantilly. Infine posizionate sopra il disco di meringa. Lasciate scongelare la gelatina di mirtilli prima di servire :)

Ecco il risultato:

Delizia meringa mirtilli

Riepilogo ingredienti

  • 7 uova (1 intero, 6 tuorli, 100 g albumi)
  • Burro: 100 g
  • Zucchero: 120 + 140 + 200 = 460 g
  • Zucchero a velo: 125 g
  • Farina di mandorle: 100 g
  • Amido di mais: 15 + 45 = 60 g
  • Panna fresca: 250 ml
  • Latte fresco: 500 ml
  • Mirtilli: 500 g
  • Colla di pesce o gelatina
  • Una bacca di vaniglia
  • Rhum: qb
  • Acqua: 40 g
  • Qualche goccia di limone
  • Un pizzico di sale

Domenica 18 Maggio 2014, 15:32:51 GMT + 2:00

tags: cucina, Rimella


Crostata di nocciole

Dopo secoli di inattività, ecco una nuova ricetta. Credo sia una delle migliori torte uscite dal mio forno. Richiede un po' di lavoro e di pazienza, soprattutto se dovete pulire le nocciole, ma il risultato ripagherà i vostri sforzi.

Ingredienti

  • Nocciole sgusciate: 350g (50 + 300)
  • Zucchero: 380g (80 + 300)
  • Farina: 200g
  • 3 uova (2 torli + 1 tuorlo e 2 albumi)
  • Burro: 110g
  • Una bustina di vanillina
  • Un pizzico di sale
  • Un bicchierino di rum
  • Cioccolato fondente a piacere

Preparazione

Per prima cosa bisogna tostare le nocciole. Io avevo delle nocciole che mi avevano regalato, e le avevo già sgusciate prima di tostarle, quindi le ho tostate mettendole in una padella di acciaio su fuoco moderato per qualche minuto, mescolando per bene. Col senno di poi, forse conviene tostare le nocciole ancora col guscio in forno. Infatti, sgusciandole prima, molte saranno rotte e sarà poi difficile ottenere una tostatura omogenea. In ogni caso la tostatura è fondamentale perchè le nocciole sono molto più gustose e inoltre è possibile rimuovere la pellicina. Se comprate le nocciole già tostate, e magari anche sgusciate, vi risparmiate un bel po' di lavoro.
Le nocciole vanno poi tritate finemente.

Passiamo ora alla pasta frolla. Mescolate il burro ammorbidito (a temperatura ambiente) con 80g di zucchero, quindi aggiungete la vanillina e un pizzico di sale. Aggiungete poi i 2 tuorli e mescolate bene per ottenere un composto omogeneo. Unite poi al composto 50g di nocciole tritate, e infine la farina. Impastate per bene e poi lasciate riposare il tutto un'oretta in frigo.

Prendete quindi una teglia imburrata e infarinata e stendete la pasta frolla in modo da avere dei bordi un po' alti. Bucherellate la pasta frolla con una forchetta.

A questo punto è ora di preparare la farcitura. Per prima cosa grattuggiate un po' di cioccolato in modo da coprire il fondo della torta. Poi in una ciotola unite 300g di zucchero con 300g di nocciole tritate, quindi aggiungete un tuorlo d'uovo e il rum. Mescolate bene, poi aggiungete 2 albumi montati a neve, mescolando dall'alto in basso. Stendete il composto sulla crostata sopra il cioccolato grattuggiato ed infornate immediatamente (180° per 35 minuti).

Ecco il risultato:

Crostata nocciole

Questa crostata è fantastica, il ripieno all'interno rimane morbido, ma sopra si forma una crosticina deliziosa. Provare per credere!

Domenica 30 Ottobre 2011, 09:48:03 GMT + 1:00

tags: cucina


Crostata di mirtilli di Rimella

Come dice il nome, per realizzare questa crostata è necessario cogliere i mirtilli nei dintorni di Rimella. Il mese migliore per la raccolta è sicuramente luglio. Ci sono alcuni posti in cui se ne trovano parecchi. Ce ne sono per esempio nella montagna tra la Cima del Pizzo e l'alpe Van, sopra il sentiero che porta all'alpe Pianello. Oppure si può andare lungo la salita che porta all'alpe Rondecca. Ho sentito che ce ne sono anche dalle parti dell'alpe Scarpiola, ma io non ci sono mai andato.

Bè, una volta che si hanno i mirtilli, il resto è molto semplice!

Ingredienti

  • Farina 00: 200 g
  • Zucchero: 80 g + qualche cucchiaio
  • Burro: 110 g
  • Tuorli: 2
  • Mirtilli di Rimella
  • Vanillina: una bustina
  • Sale: un pizzico

Preparazione

Unite 80 g di zucchero col burro ammorbidito (non fatelo sciogliere ma tiratelo fuori dal frigo un po' prima). Aggiungere la vanillina, un pizzico di sale e i tuorli, uno per volta. Impastate il tutto con la farina. Formate una bella palla e lascitela riposare in frigo per circa un'ora.

Trascorso il tempo, tirare fuori dal frigo l'impasto e stendetelo sulla teglia imburrata ed infarinata. Se i mirtilli sono freschi potere spargerli direttamente sulla base, dopodichè zuccherate a piacere. Se invece sono congelati, vi consiglio di farli cuocere per un po' con dello zucchero per far consumare un po' l'acqua che si forma col congelamento.

Fate cuocere in forno a 180° per 40 minuti.

Ecco il risultato:

Crostata

Buon appetito!

Sabato 15 Settembre 2007, 11:24:26 GMT + 2:00

tags: cucina, Rimella


Crostata alle ciliegie

Finalmente ho trovato un po' di tempo e l'ispirazione giusta per fare una bella torta. Le dosi delle ciliegie non sono proprio precise... ovviamente più ne mettete più la crostata verrà succosa... Per quanto riguarda invece la pasta frolla potete usare la ricetta della crostata alle albicocche e cioccolato che avevo postato qualche mese fa. Io purtroppo non avevo in casa gli ingredienti ma avevo in frigo della pasta frolla pronta, quindi ho usato quella. Ovviamente, preparandola in casa, il risultato sarà migliore.

Ingredienti

  • Ciliegie snocciolate: almeno 300 g
  • Zucchero: tanto quante ciliegie
  • Pasta frolla

Preparazione

Prendete le ciliegie snocciolate, mettetele in una padella insieme allo zucchero e fate cuocere per 10-15 minuti, mescolando in continuazione per evitare che attacchi.

Stendete la pasta frolla su una teglia, versateci sopra la marmellata di ciliegie appena preparata. Infornate per 40 min a 180°

Ecco il risultato:

Crostata

Devo purtroppo ammettere che mi è venuta una mezza schifezza ... L'ultima volta che avevo fatto una crostata con la pasta frolla pronta era venuta mezza cruda, e allora questa volta l'ho lasciata in forno un po' di più. E così è venuta un po' troppo cotta, la marmellata sembra una caramella... Vabbè, sbagliando si impara...

Sabato 26 Maggio 2007, 14:27:20 GMT + 2:00

tags: cucina


Plum Cake Glassato

Questo dolce è in stile "fai da te"... Ho preso la ricetta di un plum cake alle mele e l'ho riadattato ai miei gusti. Negli ingredienti non compare la dose dell'uvetta, dei canditi e del cioccolato xchè non li ho pesati ma sono andato un po' a occhio.

Ingredienti

  • Farina 00: 300 g
  • Uova: 3 + 1 albume
  • Burro: 50 g
  • Zucchero semolato: 150 g
  • Cioccolato
  • Uvetta
  • Canditi
  • Rhum: un bicchierino
  • Lievito vanigliato: una bustina
  • Mandorle spellate: 50 g
  • Zucchero a velo: 80 g

Preparazione

Lasciare ammorbidire l'uvetta in un po' d'acqua calda per un'oretta. Lascire inoltre macerare i canditi in un goccio di liquore (io ho usato il rhum) per un'oretta.

Sbattere le 3 uova intere con lo zucchero semolato, quindi aggiungere un po' alla volta la farina. Sciogliere il burro a bagno maria e aggiungerlo all'impasto. Unire un bicchierino di rhum e il lievito. Quindi tagliare a pezzettini il cioccolato e aggiungerlo all'impasto, insieme all'uvetta e ai canditi.

Imburrare ed infarinare una teglia per plum cake e versarci dento l'impasto ottenuto.

Per la glassa, tritare metà delle mandorle molto finemente. Unire alle mandorle un albume leggermente sbattuto e lo zucchero a velo. Quindi ricoprire il plum cake con questo composto. Decorare il tutto con le mandorle avanzate.

Cuocere in forno a 190° per 40 minuti.

A me è venuto così:

PlumCakeGLassato

Alcune considerazioni: il tempo di cottura è forse un po' troppo breve. Dopo 40 minuti il mio non era ancora cotto (fare la prova dello stecchino x controllare); ho dovuto lasciarlo dentro addirittura un'ora (e forse ho un po' esagerato). Il problema è che poi la glassa è venuta un po' troppo secca. Quindi forse sarebbe il caso di lasciarlo cuocere mezz'oretta, aggiungere la glassa e infornarlo ancora per una ventina di minuti. Comunque è venuto molto buono (i miei hanno apprezzato)...

Domenica 11 Marzo 2007, 17:39:44 GMT + 1:00

tags: cucina


Crostata di Albicocche e Cioccolato

Come fare a festeggiare degnamente un 110? Con una bella torta, naturalmente! Prendendo spunto da un paio di ricette mi sono inventato questa crostata: io adoro l'abbinamento marmellatadialbicocche-cioccolato (infatti credo che la mia torta preferita sia la Sacher...). Per la pasta ho preso spunto dalla ricetta di una crostata di prugne che avevo trovato quest'estate e che era squisita. La differenza dalla ricetta originale è che ho aggiunto le mandorle e ho aumentato le dosi (le dosi originali sono un 2/3 di quelle qui elencate) perchè quelle originali bastavano appena per ricoprire la tortiera. Per la crema di cioccolato ho preso spunto da un'altra crostata, dimezzando le dosi.

Ingredienti

  • Farina 00: 300 g
  • Zucchero: 170 g
  • Burro: 165 g
  • Tuorli: 3
  • Cioccolato: 100 g
  • Latte: 1/2 bicchiere
  • Marmellata di albicocche: 100 g
  • Vanillina: una bustina
  • Mandorle sgusciate: 50 g
  • Sale: un pizzico

Preparazione

Unite 120 g di zucchero col burro ammorbidito (non fatelo sciogliere ma tiratelo fuori dal frigo un po' prima). Aggiungere la vanillina, un pizzico di sale e i tuorli, uno per volta. Tritate finemente le mandorle e aggiungetene metà al composto. Impastate il tutto con la farina. Formate una bella palla e lascitela riposare in frigo per circa un'ora.

Sciogliete il cioccolato nel latte, aggiungete metà delle mandorle rimanenti e il resto dello zucchero (50 g). Imburrate e infarinate una tortiera e tappezzatela con la maggiorparte della pasta. Con il resto dell'impasto create dei serpentelli per suddividere la torta in vari scomparti. Riempite alcuni scomparti col cioccolato, alcuni con la marmellata e alcuni con entrambi. Spargete il resto delle mandorle sulla torta.

Fate cuocere in forno a 180° per 40 minuti.

Ecco il risultato:

Crostata

Non è venuta proprio bellissima, non sono un grande artista... Se seguite esattamente queste dosi mi sa che vi avanzerà un po' di crema al cioccolato (poco male ;-)).

Buon appetito!

Sabato 03 Febbraio 2007, 10:31:27 GMT + 1:00

tags: cucina


Fusilli agli spinaci e pistacchi

In questo periodo mi ritrovo spesso a casa da solo la mattina e mi tocca preparare pranzo. Questa mattina mi è venuta l'ispirazione e mi sono inventato un sugo che è risultato essere ottimo. Nel descriverne la ricetta, non indicherò le dosi dei vari ingredienti perchè ho fatto un po' a occhio... e poi dipendono anche dalla quantità di pasta che fate...

Ingredienti

  • Fusilli
  • Spinaci
  • Pistacchi
  • Sale
  • Pepe
  • Noce Moscata
  • Parmigiano
  • Olio d'Oliva

Preparazione

Fate bollire un po' di spinaci (io ho usato quelli surgelati a cubetti) in acqua salata (15 minuti dovrebbero bastare). Intanto pulite e tritate molto finemente dei pistacchi (io ho usato dei pistacchi tostati e salati. Se usate quelli "normali" probabilmente dovrete aggiungere poi un po' di sale al sugo...) e metteteli in una padellina. Aggiungete del pepe e della noce moscata macinati. Scolate gli spinaci senza eliminare l'acqua di cottura e aggiungeteli ai pistacchi. Aggiungete ancora un po' d'olio, del parmigiano grattuggiato e fate cuocere il tutto.

Intanto fate bollire i fusilli nell'acqua di cottura degli spinaci. Quando sono cotti scolateli e conditeli con il sugo preparato e un filo d'olio crudo.

Ho notato che gli spinaci tendono ad ammucchiarsi in grossi gnocchi e non si mescolano molto bene con la pasta. Vi consiglio quindi di tagliuzzarli dopo averli fatti bollire.

Buon Appetito!

PS: Purtoppo non pensavo di postare questa ricetta quindi non ho fatto una foto del risultato doh

Lunedì 22 Gennaio 2007, 15:29:30 GMT + 1:00

tags: cucina


Torta alle Noci

Questa torta è spettacolare... ho il dovere morale di diffondere la sua ricetta.

Ingredienti

  • Noci: 500-600 g (150 g di gherigli)
  • Zucchero: 150 g
  • Burro: 100 g
  • Uova: 3
  • Farina 00: 40 g
  • Rum: un bicchierino
  • Sale: un pizzico

Preparazione

Pulire le noci e tritare finissimissimamente i gherigli. Mescolare le noci con metà dello zucchero. In un'altra terrina unire lo zucchero rimanente con il burro ammorbidito, quindi aggiungere le noci zuccherate. Ottenuto un impasto omogeneo, aggiungere i tuorli, poi il sale, la farina e il rum.

Accendere già ora il forno a 180°. Imburrare e infarinare la teglia. Montare per bene a neve gli albumi e unirli delicatamente al resto. Mettere il tutto nella teglia e infornare immediatamente. Fare cuocere per 30 minuti.

Ecco il risultato:

TortaNoci

Forse non è proprio bellissima ma vi assicuro che è una vera gioia per il palato! Ve la consiglio con una bella spruzzata di panna montata.

Giovedì 11 Gennaio 2007, 17:41:43 GMT + 1:00

tags: cucina